Inarcassa Logo

 

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti

 

www.inarcassa.it

 

 

Pagina a cura di

 

dott. ing. Sergio Clarelli

Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco 2010-2015

 

Riceve i Colleghi previo appuntamento

(inarcassa@ordinglc.it)

 

 


 

I Colleghi Ingegneri residenti nella Provincia di Lecco che desiderino essere informati periodicamente via email su iniziative, adempimenti e documentazioni INARCASSA

possono inoltrare apposito messaggio elettronico di assenso al seguente indirizzo: inarcassa@ordinglc.it per ricevere la INARCASSA NEWS, a cura del Delegato provinciale.

La mailing list è gestita unicamente dal Delegato provinciale.

 

 

Anno IX

 

 


 

Incontri Svolti

 

LECCO, 26 Novembre 2012

Presso la sede di ALPL Associazione Libere Professioni Lecco, Via Giuseppe Parini, 29, si è tenuto  un INCONTRO ILLUSTRATIVO DELLA POLIZZA RC PROFESSIONALE WILLIS IN CONVENZIONE CON INARCASSA, organizzato dal Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco, in collaborazione con l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco. Oltre al Delegato INARCASSA, dott. Ing. SERGIO CLARELLI, erano presenti il dott. ing. ANTONIO MOLINARI, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco nonché Funzionari e Dirigenti della Willis Italia SpA per illustrare la polizza e per rispondere alle domande dei Colleghi.

 

ABBADIA LARIANA (Lecco), 14 SETTEMBRE 2010

Presso il Centro Congressi Park Hotel Via Nazionale n. 142, la CATTOLICA PREVIDENZA e il Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco, dott. ing. SERGIO CLARELLI, hanno tenuto il Convegno “DALLA POLIZZA SANITARIA IN CONVENZIONE CON INARCASSA AI FONDI PENSIONE". Nel corso dell'incontro gli Ingegneri partecipanti hanno avuto anche la possibilità di porre quesiti personali sia in merito a prodotti assicurativi (a condizioni favorevoli riservate agli Ingegneri della Provincia di Lecco) ai Funzionari di Cattolica sia inerenti a INARCASSA al Delegato provinciale.

 

LECCO, 31 MARZO 2006

Presso il Jolly Hotel Pontevecchio in Via Azzone Visconti n. 84, a seguito di specifica richiesta  del Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco, si è tenuta l’ADUNANZA degli iscritti a INARCASSA e pensionati non iscritti delle province di Lecco, Como, Monza-Brianza e Sondrio. In una sala gremita (circa 200 partecipanti), dopo un breve saluto del dott. ing. Sergio Clarelli, hanno preso la parola il Presidente, dott. arch. Paola Muratorio e i Consiglieri di Amministrazione dott. arch. Giuseppe Santoro, dott. ing. Claudio Guanetti e dott. ing. Massimo D’Onofrio i quali hanno trattato gli ultimi aggiornamenti delle varie tematiche in materia previdenziale ed assistenziale. E’ poi seguito un interessante dibattito.

Grande successo ha avuto anche lo sportello informativo che, con tre Funzionari INARCASSA, dalle 15 alle 20,00 circa, ha fornito assistenza a oltre 150 richiedenti.

 


 

consulta il Regolamento generale di previdenza 2012

 

in vigore dal 1° gennaio 2013

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 285 del 6 dicembre 2012 è stato pubblicato il Comunicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali recante “Approvazione della delibera adottata dal Comitato nazionale dei delegati della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti liberi professionisti in data 18, 19 e 20 luglio 2012”. Al Regolamento Generale Previdenza 2012 sono state apportate alcune modifiche nel corso dell’ultima riunione del Comitato Nazionale dei Delegati del 29 e 30 novembre 2012.

 


 

LA CONTRIBUZIONE INARCASSA PER L’ANNO 2013

A partire dal 1° gennaio 2013 l’aliquota del contributo soggettivo, calcolata sul reddito professionale entro il limite del tetto pensionabile, è elevata al 14,50. Tale tetto reddituale a fini contributivi è stato innalzato a Euro 120.000,00, con contestuale abolizione del 3% sopra il tetto.

Inoltre, come noto, la quota dello 0,50 % dell’importo del contributo soggettivo, calcolato sul reddito professionale netto prodotto nell’anno di riferimento e risultante dalla relativa dichiarazione ai fini IRPEF fino a concorrenza del massimale contributivo, era destinata al finanziamento delle attività assistenziali ed era improduttiva ai fini previdenziali, dall’anno 2010 fino al 31 dicembre 2012. A decorrere invece dal 1° gennaio 2013 il contributo soggettivo obbligatorio è calcolato applicando una sola aliquota fino a concorrenza del massimale contributivo.

Il contributo soggettivo minimo per il 2013 è pari a Euro 2.250,00 e tale contributo minimo è dovuto, nella misura del 50%, anche dai pensionati contribuenti.

Inoltre, a decorrere dal 1° gennaio 2013, l’iscritto può versare un contributo soggettivo facoltativo, aggiuntivo rispetto a quello soggettivo obbligatorio, il cui importo è calcolato in base all’aliquota modulare applicata sul reddito fino al massimale contributivo.

Il contributo soggettivo facoltativo non può essere utilizzato in compensazione con debiti contributivi obbligatori né con le relative sanzioni e/o interessi. Tale contributo soggettivo facoltativo varia da 1,00% a 8,50% del reddito, con un minimo pari a Euro 180,00.

Esempio: In funzione di un reddito professionale netto 2013 di Euro 40.000,00 si dovrà versare il contributo soggettivo obbligatorio di 40.000,00x0,145=Euro 5.800,00 e si potrà altresì versare il contributo soggettivo facoltativo massimo pari a 40.000,00x0,085=Euro 3.400,00.

L’aliquota del contributo integrativo rimane invariata al 4,00% del volume d’affari professionale. Sarà retrocesso (accreditato) a previdenza (sul montante personale) anche parte del contributo integrativo in funzione dell’anzianità previdenziale al 31/12/2012: se un professionista ha anzianità d’iscrizione fino a 10 anni gli si retrocederà ogni anno il 50% del contributo integrativo sul volume affari professionale effettivamente versato ad INARCASSA; con anzianità d’iscrizione da 10 a 20 anni il 43,75%; da 20 a 30 anni il 37,50%; oltre i 30 anni nonché ai titolari di pensione di altro ente il 25,00%; se si va in pensione a 70 anni si retrocederà il 50%; nessuna retrocessione ai già pensionati iscritti. E’ stabilito un tetto alla retrocessione del contributo integrativo (per il 2013 pari ad Euro 160.000,00 del volume d’affari ai fini IVA). I pensionati iscritti sono obbligati a versare il minimo (pari al 50% del dovuto). Il contributo minimo integrativo passa ad Euro 660,00.

 

IL CONTRIBUTO INTEGRATIVO NEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE

Come noto, dal 1° gennaio 2013, nei rapporti di collaborazione e su tutti i corrispettivi, anche quelli fatturati a ingegneri, architetti, associazioni o società di professionisti e società di ingegneria, si dovrà applicare il 4% del contributo integrativo .

Nella dichiarazione dei redditi annuale a INARCASSA si potrà dedurre, dall’importo del contributo integrativo dovuto, la quota del contributo integrativo risultante dalle fatture passive ricevute da ingegneri, architetti o loro associazioni e società.

Esempio: l’Ing. Bianchi ha prodotto nel 2013 un volume d’affari professionale ai fini IVA di Euro 40.000,00 ed ha versato compensi per collaborazioni con l’Ing. Rossi per Euro 15.000,00. Il contributo integrativo corrispondente al fatturato è di Euro 1.600,00 (vale a dire il 4% di Euro 40.000,00), ma avendo corrisposto un contributo integrativo sulla fattura dell’Ing. Rossi di Euro 600,00 (vale a dire il 4% di Euro 15.000,00), a saldo verserà un contributo di Euro 1.000,00 (vale a dire Euro 1.600,00 - Euro 600,00).

 

I CONTRIBUTI DI SOLIDARIETÀ A CARICO DEI PENSIONATI

A decorrere dal 1° gennaio 2013 e per la durata di un biennio, quindi anche per il 2014, prorogabile da parte del Comitato Nazionale dei Delegati qualora permangano esigenze di sostenibilità a lungo termine, tutti i pensionati, a prescindere dalla data di inizio di erogazione del trattamento, sono tenuti al pagamento di un contributo di solidarietà pari all’1% della quota di pensione calcolata con il sistema retributivo. Tale contributo è pari al 2% se il pensionato continua ad essere iscritto ad INARCASSA o se è pensionato di anzianità.

Il contributo di solidarietà non si applica sulle pensioni di inabilità, invalidità, reversibilità e indiretta e su tutti gli altri trattamenti pensionistici inferiori all’importo della pensione minima.

Il contributo di solidarietà è improduttivo ai fini previdenziali e verrà trattenuto sull’importo mensile della pensione. Qualora l’ammontare annuo della pensione sia inferiore a Euro 1.000,00, l’intero importo verrà versato da INARCASSA in un’unica soluzione all’inizio dell’anno, anziché in 13 mensilità.

 

LE AGEVOLAZIONI PER I GIOVANI

Sono previste le riduzioni contributive per i giovani iscritti solo se il reddito è uguale o inferiore al primo scaglione di reddito pensionabile ante Riforma (Euro 43.750,00), per i primi 5 anni e comunque fino all’età massima di 35 anni. Inoltre, è previsto il riconoscimento di un accredito figurativo per i giovani iscritti che hanno fruito della riduzione contributiva fino a concorrenza della contribuzione piena, in caso di iscrizione ad INARCASSA per un periodo di almeno 25 anni a contribuzione intera.

 

RINNOVO ESTENSIONE POLIZZA SANITARIA AI FAMILIARI

Come noto, per i professionisti iscritti e per i pensionati INARCASSA la copertura assicurativa sanitaria, a carico di INARCASSA, è automatica dal momento dell’iscrizione. Siccome la Società Cattolica di Assicurazione risultò aggiudicataria della gara europea per il triennio 2012-2014, anche per il 2013 si occuperà della gestione della polizza sanitaria Grandi Interventi Chirurgici e Gravi Eventi Morbosi.

Ciascun associato, a condizione che la garanzia sulla propria polizza Base risulti regolarmente attiva, può scegliere di estendere a propria discrezione e con premio a proprio carico le prestazioni ai componenti del nucleo familiare , fra cui rientrano il convivente more uxorio ed i figli fiscalmente a carico anche se non conviventi.

Oltre alla Polizza base “Grandi Interventi Chirurgici e Gravi Eventi Morbosi”, è stata sottoscritta con Società Cattolica di Assicurazione anche la convenzione per il “Piano sanitario integrativo”, la cui adesione è sempre annuale, a discrezione dell’associato e anch'essa estendibile al nucleo familiare.

Per tutte le estensioni relative all'anno 2013, il termine di adesione è fissato improrogabilmente al 28/02/2013.

Per informazioni riferite a sinistri già denunciati, prenotazioni e ricoveri in convenzionamento diretto è a disposizione il numero verde della Centrale Operativa: 800046499 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 18,00 ed il sabato dalle ore 8,00 alle ore 12,00). La denuncia di sinistro/richiesta di rimborso delle spese sanitarie dovrà essere effettuata alla Compagnia improrogabilmente entro 120 giorni dalla data dell’evento. In difetto la Compagnia non effettuerà né rimborsi né pagamenti. L'elenco delle strutture convenzionate è disponibile sul sito INARCASSA. Dal momento che tale elenco può essere oggetto di variazioni, si raccomanda di rivolgersi preventivamente al numero verde indicato per accertarsi che la struttura prescelta risulti sempre in convenzione.

 


 

consulta la Rivista di INARCASSA


What the world says about del and contributo
Site Powered by GoFTP FREE Version