Inarcassa Logo

 

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti

 

www.inarcassa.it

 

 

Pagina a cura di

 

DOTT. ING. Sergio Clarelli

Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco 2015-2020

 

Riceve i Colleghi previo appuntamento

(inarcassa@ordinglc.it)

 

 


I Colleghi Ingegneri residenti nella Provincia di Lecco che desiderino essere informati periodicamente via email su iniziative, adempimenti e documentazioni INARCASSA possono inoltrare apposito messaggio elettronico di assenso al seguente indirizzo: inarcassa@ordinglc.it per ricevere la INARCASSA NEWS, a cura del Delegato provinciale. La mailing list è gestita unicamente dal Delegato provinciale.

 

 

 

 

Anno XII

 


Incontri Svolti

 

LECCO, 10 DICEMBRE 2015
Presso il Politecnico di Milano, sede di Lecco, Via Previati n. 1/C, si è tenuto  il SEMINARIO informativo sul tema “CONOSCERE INARCASSA: aspetti previdenziali, assistenziali e deontologici”, proposto dalla Commissione Formazione dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco, organizzato dal Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco. Dopo i saluti iniziali del dott. ing. ANTONIO MOLINARI, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco, il dott. ing. SERGIO CLARELLI , Delegato INARCASSA Ingegneri Provincia Lecco, ha tenuto la Relazione del  sui vari aspetti in programma: Un po’ di Storia di Inarcassa (1958-2015), Stralci del nuovo Statuto di Inarcassa, I requisiti di iscrizione a Inarcassa, La Gestione Separata INPS, La contribuzione verso Inarcassa, Le prestazioni previdenziali di Inarcassa, La totalizzazione, Riscatti, Ricongiunzione, Le prestazioni assistenziali di Inarcassa, I recapiti e gli strumenti di comunicazione di Inarcassa, I servizi on line, La Carta dei Servizi 2012, Le sanzioni, Le comunicazioni periodiche del Delegato INARCASSA Ingegneri Provincia Lecco dal 2005. Locandina Seminario_10-12-2015

LECCO, 26 NOVEMBRE 2012
Presso la sede di ALPL Associazione Libere Professioni Lecco, Via Giuseppe Parini, 29, si è tenuto  un INCONTRO ILLUSTRATIVO DELLA POLIZZA RC PROFESSIONALE WILLIS IN CONVENZIONE CON INARCASSA, organizzato dal Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco. Oltre al Delegato INARCASSA, dott. Ing. SERGIO CLARELLI, erano presenti il dott. ing. ANTONIO MOLINARI, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco nonché Funzionari e Dirigenti della Willis Italia SpA per illustrare la polizza e per rispondere alle domande dei Colleghi.  

ABBADIA LARIANA (Lecco), 14 SETTEMBRE 2010

Presso il Centro Congressi Park Hotel Via Nazionale n. 142, la CATTOLICA PREVIDENZA e il Delegato INARCASSA degli Ingegneri della Provincia di Lecco, dott. ing. SERGIO CLARELLI, hanno tenuto il Convegno “DALLA POLIZZA SANITARIA IN CONVENZIONE CON INARCASSA AI FONDI PENSIONE”. Nel corso dell’incontro gli Ingegneri partecipanti hanno avuto anche la possibilità di porre quesiti personali sia in merito a prodotti assicurativi (a condizioni favorevoli riservate agli Ingegneri della Provincia di Lecco) ai Funzionari di Cattolica sia inerenti a INARCASSA al Delegato provinciale.   

 

LECCO, 31 MARZO 2006

Como, Monza-Brianza e Sondrio. In una sala gremita (circa 200 partecipanti), dopo un breve saluto del dott. ing. Sergio Clarelli, hanno preso la parola il Presidente, dott. arch. Paola Muratorio e i Consiglieri di Amministrazione dott. arch. Giuseppe Santoro, dott. ing. Claudio Guanetti e dott. ing. Massimo D’Onofrio i quali hanno trattato gli ultimi aggiornamenti delle varie tematiche in materia previdenziale ed assistenziale. E’ poi seguito un interessante dibattito. Grande successo ha avuto anche lo sportello informativo che, con tre Funzionari INARCASSA, dalle 15 alle 20,00 circa, ha fornito assistenza a oltre 150 richiedenti.

 


 

Consulta il Regolamento Generale di Previdenza 2012

 

in vigore dal 1° gennaio 2013, con le modiche ed integrazioni approvate dai Ministeri Vigilanti al 6 NOVEMBRE 2015

 

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 285 del 6 dicembre 2012 è stato pubblicato il Comunicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali recante “Approvazione della delibera adottata dal Comitato nazionale dei delegati della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti liberi professionisti in data 18, 19 e 20 luglio 2012”. Al Regolamento Generale Previdenza 2012 sono state apportate alcune modifiche nel corso di riunioni successive del Comitato Nazionale dei Delegati.

 


 

I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI DI INARCASSA

1.    Il contributo soggettivo (obbligatorio), è calcolato in misura percentuale sul reddito professionale netto dichiarato ai fini I.R.P.E.F., per l’intero anno solare di riferimento, indipendentemente dal periodo di iscrizione intervenuto nell’anno (è interamente deducibile ai fini fiscali);

2.   Il contributivo soggettivo facoltativo, è un contributo volontario calcolato in base ad una aliquota modulare applicata sul reddito professionale netto (è interamente deducibile ai fini fiscali);

3.   Il contributo integrativo (obbligatorio), è calcolato in misura percentuale sul volume di affari professionale dichiarato ai fini IVA;

4.   Il contributo di maternità è obbligatorio per tutti gli iscritti INARCASSA;

5.   Il contributo di solidarietà è obbligatorio per i pensionati di vecchiaia e di anzianità di INARCASSA.

 

I CONTRIBUTI MINIMI 2015 (REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA - RGP 2012)

Contributo soggettivo intero: Euro 2.280,00 (articolo 4.3)

Contributo integrativo intero: Euro  675,00 (articolo 4.3)

Contributo di maternità intero: Euro 61,00 (articolo 6).

Contributo soggettivo ridotto pensionati attivi: Euro 1140,00 (articolo 5.3)

Contributo integrativo ridotto pensionati attivi: Euro 337,50 (articolo 5.3)

Contributo soggettivo ridotto giovani: Euro 760,00 (articolo 4.4)

Contributo integrativo ridotto giovani: Euro 225,00 (articolo 5.4).

 

I PARAMETRI 2015 (REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA - RGP 2012)

Aumento importo trattamenti pensionistici: 0,2%

Limite reddito pensionabile, oltre il quale non è dovuto alcun contributo (Tabella A): Euro 121.600,00

Limite reddito contribuzione ridotta (articolo 4.4 Tabella G/a): Euro 45.700,00

Pensione minima (articolo 28): Euro 10.876,00

Limite reddito per accredito figurativo pensione invalidità e inabilità (articolo 21.4 Tabella N): Euro 27.350,00

Contributo facoltativo minimo (articolo 4.2 Tabella B): Euro 190,00

Massimale volume affari IVA per retrocessione contributo integrativo (articolo26.5 Tabella C): Euro 162.150,00

Limite importo erogazione pensione (lorda annuale) in un’unica soluzione (articolo30.2): Euro 1.020,00

Valore ISEE nucleo familiare (articolo 28.5 a): Euro 30.450,00

Indennità giornaliera di inabilità temporanea minima (articolo 7 Regolamento I.T.): Euro 62,00, massima Euro 251,00

Indennità di maternità (articolo 83 D.Lgs. 151/2001): minima Euro 4.959,00, massima Euro 24.795,00.

 

LA CONTRIBUZIONE VOLONTARIA

L'articolo 4.2 del Regolamento Generale Previdenza 2012 stabilisce che: A decorrere dal 1° gennaio 2013, l’iscritto può versare un contributo soggettivo facoltativo, aggiuntivo rispetto a quello soggettivo obbligatorio, il cui importo è calcolato in base all’aliquota modulare applicata sul reddito fino al massimale contributivo indicato nella tabella B (che per il 2016 è pari a Euro 121.600,00). Tale contributo non può comunque essere inferiore all’importo minimo indicato in tale tabella (che per il 20154 è pari a Euro 190,00).

In sostanza, superato il limite contributivo soggettivo obbligatorio di Euro 121.600,00, chiunque può incrementare, la propria riserva matematica previdenziale, mediante contribuzioni annue volontarie minime di Euro 190,00 e variabili in percentuale (sul reddito professionale) da un minimo dell'1% ad un massimo dell'8%.

 

PERCENTUALI DI RIDUZIONE 2015 DELLA PENSIONE DI VECCHIAIA UNIFICATA ANTICIPATA

Come noto, ai sensi dell’articolo 20 del “Regolamento Generale Previdenza 2012”, dal 1° gennaio 2013 la pensione di vecchiaia unificata è corrisposta a coloro che abbiano compiuto almeno sessantacinque anni di età ed abbiano maturato almeno trenta anni di iscrizione e contribuzione ad INARCASSA.

Si prescinde dal requisito di anzianità contributiva minima al raggiungimento dell’età anagrafica di almeno settanta anni.

A decorrere dal 1° gennaio 2014 l’età pensionabile ordinaria è elevata di tre mesi per ogni anno fino a raggiungere, a regime, i sessantasei anni ed il requisito contributivo minimo è aumentato di sei mesi ogni anno fino ad arrivare a trentacinque anni.

La pensione di vecchiaia unificata è costituita dalla somma di due distinte quote confluenti in unico trattamento unitario:

1) la prima riferita alle anzianità contributive maturate entro il 31 dicembre 2012;

2) la seconda, per le anzianità contributive maturate a decorrere dal 1° gennaio 2013.

Inoltre, sempre a norma del suddetto articolo, è facoltà dell’iscritto di richiedere, anticipatamente rispetto all’età pensionabile ordinaria, l’erogazione della pensione di vecchiaia unificata al compimento del sessantatreesimo anno di età, fermo restando il requisito dell’anzianità contributiva minima.

Pertanto, per coloro che anticipano la fruizione della stessa pensione rispetto all’età pensionabile ordinaria, la quota retributiva della stessa pensione è decurtata in base alle percentuali indicate nella tabella M.

La pensione di vecchiaia unificata decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

 

 

Tabella M

PERCENTUALI DI RIDUZIONE DELLA PENSIONE DI VECCHIAIA UNIFICATA ANTICIPATA

Età di pensionamento

Coefficiente di riduzione della pensione per il 2014 (*)

63

8,360%

64

5,207%

65

1,824%

(*) Coefficienti aggiornati con cadenza annuale

 

 

 


 

Consulta la Rivista di INARCASSA